Caraffa: agguato mortale in campagna, ucciso un operaio

Erano da poco passate le 8 di sera. Maurizio Riga, 44 anni, era in un podere di contrada Difesa, una zona di campagna di Caraffa, un paesino di origini arbereshe che si trova a poca distanza da Catanzaro. Aveva accudito, come faceva abitualmente, alcuni animali e stava andando via, per tornare a casa. Qualcuno, però evidentemente, lo stava aspettando nell’ombra. L’agguato è stato fulmineo: diversi i colpi di fucile, caricato a pallettoni, sparati contro di lui. Ferito mortalmente, l’uomo è riuscito però a telefonare ad un amico, avvisando dell’agguato e chiedendo aiuto. Solo poche parole, per quanto se ne sa. Ma nessuno è riuscito a raggiungerlo in tempo per salvarlo. Riga lavorava come operaio per una ditta che cura la raccolta dei rifiuti nel piccolo comune del catanzarese ed era già noto alle forze dell’ordine per piccoli fatti accaduti in passato. Ma non risulta che avesse legami con gli ambienti criminali. La sua figlia maggiore è consigliere comunale di Caraffa. Le indagini degli inquirenti si sono concentrate sulla vita privata della vittima e puntano su possibili rancori di carattere personale.

Potrebbero interessarti anche...