Camigliatello: musica e stelle a Transumanze

Sono stati in migliaia, a Camigliatello, ieri a seguire gli appuntamenti musicali previsti dal cartellone di Transumanze Sila Festival, la manifestazione organizzata e realizzata dalla Provincia di Cosenza. Preceduti dai suoni dei tamburinari della Sila, sul grande palco posto nel corso principale si sono alternati il raffinato cantautore Luca Madonia, Otello Profazio e poi Peppe Voltarelli. A salire per primo sul palco è stato Luca Madonia, una delle penne più raffinate della nostra canzone d’autore, che lo ha visto in una prima fase leader dei Denovo e poi in un percorso solitario, inframezzato da collaborazioni di prestigio, tra cui quella con Franco Battiato. A seguire, il cantastorie per antonomasia Otello Profazio, che per oltre 40 minuti ha letteralmente incantato il numeroso pubblico. Ultimo a salire sul palco Peppe Voltarelli, che ha iniziato la sua performance con uno spettacolare fuori programma, esibendosi con il “mastro cantaturi” Otello in una girandola di situazioni e canzoni. Voltarelli, infine, con il suo ottimo gruppo e le sue belle storie condite di impegno e passione, per quasi un’ora ha coinvolto giovani e meno giovani, fino a notte inoltrata. Alla fine del concerto, l’appuntamento con “Vaghe stelle della Sila”, presso la stazione ferroviaria di Camigliatello Silano, per un fantastico viaggio nel cosmo e nei suoi misteri, grazie all’osservazione di stelle, pianeti, galassie e nebulose, guidato dal gruppo astrofili Menkalìnan. Il prossimo appuntamento con la grande musica per Transumanze Sila Festival è fissato per sabato 25 agosto, questa volta a Lorica, con un altro straordinario incontro tra Tonino Carotone e la Bandabardò.

Potrebbero interessarti anche...