Bologna: ‘ndrangheta, arrestato in Belgio il latitante Signati

E’ stato arrestato, in Belgio, Sebastiano Signati, latitante di ‘ndrangheta inserito nell’elenco dei 100 ricercati più pericolosi. Era latitante dal 2005 e su di lui pendeva una condanna definitiva a 27 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti. Inoltre la squadra mobile di Bologna, in collaborazione con la Direzione centrale per i servizi antidroga e il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato, con il coordinamento della DDA emiliana, ha eseguito altre 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere per un traffico internazionale di cocaina. Secondo la DDA di Bologna, Signati, arrestato il 26 novembre, ma la notizia era stata mantenuta riservata, insieme ad un altro calabrese, Leonardo Marte, aveva creato in Belgio un’organizzazione criminale che, attraverso un referente a Bologna, faceva arrivare in Italia grossi quantitativi di cocaina proveniente dal Sud America. Marte, pregiudicato per reati di droga e per il rapimento di Carlo Celadon, sequestrato nel 1988 per più di 800 giorni, avrebbe agito come broker e andava periodicamente in Belgio per contrattare le partite di cocaina da far arrivare in Italia tramite corrieri. Oltre a Marte, gli altri destinatari delle misure cautelari sono il leccese Giuseppe Indovino, già in carcere per reati di droga, e il calabrese Domenico Stagno, di San Calogero, nel vibonese, Nel brindisino è stato invece raggiunto dal provvedimento Salvatore Arseni, mentre Leo Criaco è finito in manette a Montecchio Maggiore, nel vicentino.

Potrebbero interessarti anche...