Bisignano: restituite le ossa di Sant’Umile rubate nel ’77


Le ossa di Sant’Umile sono state restituite: un misterioso fedele, al termine della confessione, ha consegnato al priore dei Frati Minimi di Bisignano, Francesco Lanzillotta, un pacco contenente delle ossa umane avvolte in un vecchio giornale risalente al 1977. I resti del miracoloso religioso, morto nel 1637 e proclamato Santo nel 2002 da Papa Giovanni Paolo II, vennero rubati dalla cripta dov’erano custoditi nella notte tra il 13 e il 14 marzo del 1977. Gli autori del furto sacrilego non sono mai stati individuati. Le ossa sono adesso al vaglio dei Carabinieri del Ris perchè si possa accertare se siano davvero quelle del Santo. Un’inchiesta sulla vicenda è stata aperta dalla Procura di Cosenza. Nella nostra sezione video DOCUMENTARI potete vedere il documentario sulla vita e le opere del Santo bisignanese.

Potrebbero interessarti anche...