Bisignano: prostituzione minorile, tre arresti


I carabinieri hanno arrestato, questa mattina, tre persone di 51, 36 e 28 anni, tutte di Bisignano, per aver gestito un giro di prostituzione minorile. I tre, di cui uno finito ai domiciliari, sono indagati anche per atti sessuali con minori. L’indagine, partita diversi mesi fa e coordinata dalla procura della Repubblica di Catanzaro, ha fatto luce sullo sfruttamento di due minorenni, fratelli, di 13 e 15 anni, utilizzati per rapporti di natura omosessuale. I due ragazzini sarebbero di famiglia disagiata e si sarebbero “offerti” ai loro clienti per piccole somme, anche 10 o 20 euro, o per sigarette e ricariche telefoniche. I loro genitori sarebbero stati all’oscuro delle violenze subite dai due ragazzini. Le violenze e gli atti di prostituzione si sono consumati prevalentemente in un casolare abbandonato. Il primo ad essere circuito sarebbe stato il quindicenne, che poi avrebbe convinto anche il fratellino a partecipare agli incontri omosessuali.

Potrebbero interessarti anche...