Belvedere Marittimo: la madre di un sacerdote uccisa per rapina

Intorno a mezzogiorno, Don Marcello Riente, parroco della frazione Laise di Belvedere Marittimo, ha fatto ritorno a casa. Era stato a celebrare il funerale di un carabiniere morto a seguito di un incidente stradale. Tutto sembrava in ordine, a casa. Ma la madre non rispondeva alle sue chiamate. L’orrore gli si è presentato davanti quando il religioso ha aperto la porta della stanza dell’anziana donna ottantenne. Iolanda Nocito era a terra, priva di vita, legata ed imbavagliata. Una scena che il sacerdote non dimenticherà mai. Ha provato a rianimarla, ha chiamato i soccorsi. Ma era già tutto inutile. Sul posto sono intervenuti subito i carabinieri, che hanno appurato che sulla porta non ci sono segni di effrazione. La donna dunque avrebbe aperto al suo assassino e sarebbe poi stata vittima di una rapina. Ma qualcosa, evidentemente, non è andata secondo i piani prestabiliti dal malvivente. Lo stesso Don Marcello, nell’ottobre scorso, era stato vittima di un feroce pestaggio, da parte di uno sconosciuto, che bussò alla sua porta e poi lo aggredì selvaggiamente. Non si sa per quale motivo. L’identità dell’uomo, che il sacerdote disse di voler comunque perdonare, non è stata mai scoperta. Chissà che non si tratti dello stesso assassino della madre.

Potrebbero interessarti anche...