Amantea: irregolarità nell’area, sequestrato il porto turistico


La procura della Repubblica di Paola ha disposto il sequestro del porto turistico di Amantea, che si trova nella frazione di Campora San Giovanni. Il sequestro e’ stato eseguito dagli uomini della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia. Sarebbero state rilevate irregolarita’ nella realizzazione ed utilizzazione dell’area, che è operativa dal 2001. Il porto fu gia’ al centro della cronaca nel 2007, quando, a seguito dell’operazione contro la ‘ndrangheta denominata “Nepetia”, furono effettuati sequestri di strutture ed imbarcazioni riconducibili al boss Tommaso Gentile. L’indagine, che ha avuto inizio nel giugno dello scorso anno, ha portato ad iscrivere nel registro degli indagati sei persone, tra cui anche i commissari prefettizi che hanno retto il Comune di Amantea dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose ed alcuni tecnici. Sarebbe stato rilevato che, per realizzare le strutture del porto, e’ stato utilizzato anche suolo demaniale e che non e’ mai stato corrisposto il canone dovuto. Inoltre non sono state mai effettuate, a distanza di anni, tutte le procedure di collaudo.

Potrebbero interessarti anche...