Altomonte: festival, successo per Noa e Augias

ella suggestiva cornice dell’Anfiteatro, è stata la cantante israeliana Noa ad inaugurare gli spettacoli della 23ª edizione del Festival di Altomonte. La “forestiera” dai grandi occhi neri, accompagnata dai Solis String Quartet, ha incantato letteralmente il pubblico con il suo concerto che, oltre a rendere omaggio alla canzone d’autore napoletana, è stato un messaggio di pace attraverso la musica. Il festival offre un cartellone ricco e variegato che spazia dalla danza alla satira, alla musica, alla poesia. In un atmosfera quasi irreale, la seconda serata ha ospitato Corrado Augias con lo spettacolo “Leopardi e l’Italia”. Le vibranti liriche leopardiane sono state accompagnate dalle arie e dalle romanze originali dell’epoca, eseguite da Stefano Alberello e dalla splendida voce di Marta Della Via. Un modo di fare teatro diverso, dove cultura, spettacolo e intrattenimento mai banale si fondono nella cornice naturale di Altomonte e del suo festival, che anno dopo anno si arricchisce di nuove esperienze.

Potrebbero interessarti anche...