Aiello Calabro: ricordato il sindacalista Nando Aloisio


Le ceneri di Nando Aloisio, sindacalista e politico, strenuo difensore dei diritti dei lavoratori, emigrato in Argentina, sono tornate da Buenos Aires ad Aiello Calabro, il suo paese natio, dopo quarant’anni dalla sua morte, avvenuta nel 1975 in circostanze poco chiare. Si sospettò anche un intervento di alcuni militari che, nel 1976, diedero poi vita alla dittatura. Per ricordarlo sono state promosse due manifestazioni in suo onore: l’intitolazione della Camera del Lavoro di Amantea e quella dell’ex Largo San Francesco di Aiello Calabro. Infine, una tavola rotonda per parlare anche dei temi dell’emigrazione e del lavoro, anticipando l’istituzione di due borse di studio in collaborazione con l’Università della Calabria e la Cgil calabrese.

Potrebbero interessarti anche...