San Luca: Consiglio comunale sciolto per condizionamento mafioso


Il Consiglio dei Ministri ha decretato lo scioglimento del Consiglio comunale di San Luca, nel reggino, “in considerazione dell’avvenuto accertamento di forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata”. L’accesso antimafia nel Comune di San Luca risale all’autunno scorso. Sarebbero emersi presunti condizionamenti sull’attivita’ del Comune in relazione ad alcuni appalti e forniture gestiti dall’ente. Sindaco di San Luca è l’avvocato Sebastiano Giorgi, eletto con una lista civica nell’aprile del 2008. San Luca è da sempre considerato la sede delle più pericolose, e storiche, cosche della ‘ndrangheta calabrese. Nel paesino dello ionio aspromontano avvenne l’omicidio che diede origine alla faida che fu poi causa della nota strage di Duisburg.

Potrebbero interessarti anche...