Crotone: lite familiare, figlia uccide la madre soffocandola


L’avrebbe uccisa la figlia, al culmine di un litigio, soffocandola con una busta di plastica. E’ morta così una donna di 48 anni, Giovanna Salerno. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di ieri a Crotone, nel quartiere periferico di Poggio Pudano, al culmine di un litigio. Il gesto sarebbe stato motivato dai disagi che provocava al nucleo familiare la salute precaria della donna. E’ stata la stessa ragazza, Federica Manica, 22 anni, a confessare tutto al padre, appena questi è ritornato a casa. Ed è stato poi il padre a chiamare i carabinieri, che hanno arrestato la giovane. La ragazza è piantonata, al momento, nel reparto di psichiatria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone.

Potrebbero interessarti anche...