Cosenza: Provincia, tempo scaduto, funzionari tornano alla Regione


La vicenda del personale regionale trasferito alla Provincia di Cosenza segna oggi una svolta definitiva. Lo riferisce una nota dell’ufficio stampa della Provincia. Il presidente, Mario Oliverio, infatti, prosegue il comunicato, ha atteso invano la convocazione di un tavolo tecnico annunciato pubblicamente all’indomani di una conferenza stampa nel corso della quale lo stesso presidente Oliverio aveva anticipato la decisione di restituire le funzioni e il personale trasferito dalla Regione, in conseguenza del mancato trasferimento delle risorse (ben 11 milioni di euro) anticipate nel corso di questi anni dalla Provincia per il pagamento degli stipendi del personale. ”Abbiamo atteso invano”, ha commentato Oliverio, “prima l’assunzione dei necessari provvedimenti per il trasferimento di somme dovute che l’ente Provincia ha anticipato per il pagamento del personale dipendente, ma anche la convocazione di un ‘tavolo tecnico’ annunciato da Scopelliti e mai convocato. A questo punto siamo costretti a restituire alla Regione”, dal 1° ottobre, “le funzioni e il personale trasferito e ad assumere un provvedimento che mai avremmo voluto assumere”. Il Presidente della Provincia di Cosenza, riferisce ancora la nota, ha scritto l’ennesima, definitiva lettera al presidente Scopelliti e all’assessore regionale al Personale, Domenico Tallini, inviandola per conoscenza anche all’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione, Giacomo Mancini. ”Nel rispetto dei diritti dei lavoratori”, prosegue Oliverio, “la Provincia provvedera’ all’anticipazione al personale dipendente dello stipendio relativo al corrente mese e le risorse finanziarie necessarie andranno ad incrementare la somma di circa 11 milioni gia’ anticipata in precedenza”.

Potrebbero interessarti anche...