Cosenza: ‘ndrangheta, catturato il capo degli “zingari”


Secondo i magistrati della DDA di Catanzaro, quella degli zingari è una cosca di ‘ndrangheta in ascesa, capace di sedersi ai tavoli dei grandi traffici internazionali di droga. Oggi è stato arrestato il presunto reggente della cosca, Luigi Abbruzzese, di soli 29 anni, scovato in una villetta di Lauropoli, a Cassano Jonio. Con lui c’erano la compagna e due zii della donna. Questi ultimi sono stati arrestati per favoreggiamento. Abbruzzese ha vissuto per un certo tempo anche in Germania. Ma la polizia tedesca non è riuscita a dare molta collaborazione a quella italiana. Attraverso un minuziosa indagine è stato identificato il quartiere in cui il latitante si nascondeva. La zona è stata poi cinturata e una quarantina di agenti ha effettuato un vero e proprio blitz. Il latitante si è arreso senza opporre resistenza, nonostante avesse due pistole. Gli inquirenti, che hanno sottolineato che la cosca era in grado anche di impiantare una raffineria di droga, ritengono adesso di aver congelato le iniziative criminali del gruppo.

Potrebbero interessarti anche...