Cosenza: chi conosce davvero il percorso della metroleggera?


Il dibattito è rovente, sull’annunciata costruzione della metropolitana di superficie a Cosenza. La gente, che vive e lavora su viale Parco, non sembra volerla. Tanto che, per domani, è stata organizzata una manifestazione popolare che si preannuncia molto partecipata. Ma chi conosce davvero il percorso che la metroleggera farà tra Cosenza e Rende? Ve lo facciamo vedere noi. Partendo da piazza Mancini, alle spalle del centro commerciale “I Due Fiumi”. Qui dovrebbe nascere la stazione di testa della metroleggera. Qui ci saranno due binari, uno per l’andata e uno per il ritorno dei treni. Che si immetteranno, nel traffico, sul viale Parco. In 25 minuti, dice il progetto, raggiungerebbero l’Università della Calabria. Ma senza corsie preferenziali o delimitate. Sul tempo di percorrenza, quindi, ci sono molti dubbi. Oggi viale Parco è un polmone di sfogo per il traffico cittadino e anche vera isola prediletta da chi vuole fare una passeggiata o dell’esercizio fisico. Qui saranno costruite, da progetto, due linee di binari e ben otto stazioni, con relative piattaforme di cemento per l’attesa dei treni e tutta una serie di impianti e tralicci per l’alimentazione elettrica aerea dei convogli. In fondo al viale, nei pressi dei parchi Nicolas Green e Robinson, i due binari si congiungeranno per percorrere la stessa strada ed arrivare a Rende. In via Crati e via Busento il nuovo sdoppiamento: da un lato correrà il binario verso l’Unical e dall’altro ci sarà quello che ritorna. In mezzo a questa strada, che dovrà anche ospitare delle stazioni di fermata. La metro passerà su viale Kennedy fino a Quattromiglia, aggirando rotonde e attraversando incroci. Dopo il ponticello del vecchio rilevato ferroviario, che ancora esiste, a Settimo, alle spalle di una vecchia fabbrica, la metro devierà verso l’Università della Calabria. La metro passerà, a questo punto, sul vecchio tracciato ferroviario. Qui dovrebbero correre due binari distinti verso l’Unical, uno per l’andata e uno per il ritorno, dove adesso ce n’è uno solo, che incrocia una strada. I due binari dovrebbero passare sotto l’autostrada. Dall’università, i binari torneranno poi verso Rende, immettendosi in questo incrocio sulla strada statale 19 bis. Poi dritti, con relative stazioni qua e là, fino al centro Commerciale Metropolis, che sarà aggirato verso ovest dove oggi c’è un parcheggio. Infine, il salto di diversi incroci, in mezzo al traffico automobilistico, e il ritorno su viale Parco. Verso la stazione di partenza.

Potrebbero interessarti anche...