Castrovillari: droga ed estorsioni, 17 misure cautelari


Eseguita, nella Sibaritide, una vasta operazione dei Carabinieri del Comando provinciale, supportati da militari dell’8° Nucleo elicotteri, del 14° Battaglione Calabria, del Nucleo cinofili e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Vibo Valentia. Sono 17 le misure cautelari disposte dal Gip presso il Tribunale di Castrovillari, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Eseguite anche numerose perquisizioni domiciliari a carico di altri pregiudicati, indagati in stato di libertà per gli stessi reati. Oltre 200 i militari impegnati. L’operazione è stata denominata “Last Minute”. Dieci le persone finite in carcere e 7 quelle agli arresti domiciliari. Il blitz ha interessato Cassano Ionio, Altomonte, Rossano, Roggiano Gravina, ma anche Monza. Le indagini sono scaturite da una serie di furti di mezzi agricoli avvenuti nella Sibaritide. Gli approfondimenti hanno consentito di individuare un’officina meccanica, nel territorio di Spezzano Albanese, dove i mezzi trafugati venivano trasportati e custoditi per essere successivamente rivenduti. In particolare, i Carabinieri hanno ricostruito un tentativo di estorsione da parte di tre degli indagati, indicati come elementi della cosca di ‘ndrangheta degli Abbruzzese, ai danni di un imprenditore titolare di una ditta di autotrasporti.
Nel corso della trattativa per la definizione della somma di denaro da corrispondere per riavere i mezzi, sarebbe emersa la capacità intimidatoria degli indagati, i quali, forti della posizione ricoperta nei contesti criminali della Sibaritide, hanno potuto approfittare dell’atteggiamento reticente della vittima, che si era limitata a formalizzare la denuncia di furto dei mezzi in questione, senza denunciare l’estorsione. L’attività investigativa ha, inoltre, permesso di accertare la presenza di tre diverse fiorenti piazze di spaccio nel comune di Cassano. Più in dettaglio, le intercettazioni, integrate dal posizionamento di telecamere nelle aree di interesse, hanno evidenziato l’operatività di tre ramificati gruppi dediti al traffico di eroina, cocaina e hashish. Nel corso dell’indagine, erano già state arrestate in flagranza di reato sette persone ed altre tre erano state denunciate in stato di libertà.

Potrebbero interessarti anche...