Catanzaro: ‘ndrangheta, arresti per duplice omicidio a Cosenza


Il contesto è quello della guerra tra gruppi avversi delle cosche di ‘ndrangheta operanti a Cosenza. Era il novembre del 2000, quando Benito Aldo Chiodo, Francesco Tucci e Mario Trinni stavano chiacchierando in una piazzetta nei pressi del carcere di via Popilia. Da un’auto scesero due sicari incappucciati che iniziarono a sparare all’impazzata. Trinni riuscì a fuggire, mentre Chiodo e Tucci furono colpiti e poi finiti con il colpo di grazia. In 5 sono adesso finiti in manette ad opera della Dia. Tra di loro gli esecutori materiali e i mandanti del fatto di sangue. Si tratta di Fiore Abbruzzese, detto “Ninuzzo”, Antonio Abruzzese, Celestino Bevilacqua, Saverio Madio e Luigi Berlingieri, detto “occhi di giaccio” o “il cinese”. Del gruppo di fuoco avrebbero fatto parte Fiore Abbruzzese e Luigi Berlingieri. Per il duplice omicidio è già stato condannato Francesco Bevilacqua, detto “Franchino di Mafalda”, all’epoca capo degli zingari di Cosenza, poi diventato collaboratore di giustizia.

Potrebbero interessarti anche...