Cosenza: polizia e carabinieri, due arresti per estorsione

Avevano chiesto un non meglio precisato “contributo” per lasciar proseguire tranquillamente i lavori dell’ammodernamento della strada statale 534, che collega l’autostrada alla statale 106. Ma il responsabile del cantiere, seppur abbastanza chiaramente minacciato, ha risposto picche. E ha avvisato le forze dell’ordine. E così polizia e carabinieri hanno arrestato due pregiudicati, Luigi Di Gesù, 50 anni, e Salvatore Vena, 45 anni. La ditta vessata, la Intercantieri Vittadello di Padova, già in passato era stata vittima di richieste estorsive, quando lavorava alla diga dell’Esaro. Ma stavolta la denuncia è stata immediata. La pronta risposta delle forze dell’ordine è motivata anche dal fatto che domenica 6 maggio sono stati esplosi dei colpi di pistola contro le strutture del cantiere. Denunciare, quindi, alla fine paga.

Potrebbero interessarti anche...