Cosenza: armi e droga, la polizia scopre un anfratto nascosto


E’ grazie al fiuto dei due cani antidroga Bruce e Floyd che, nel corso di un controllo in via Popilia, a Cosenza, la polizia ha scoperto un anfratto nascosto, che conteneva un vero arsenale di armi, oltre ad alcune quantità di stupefacenti. Armi e droga erano nascoste all’interno di una intercapedine, senza porta, nel seminterrato di una palazzina popolare. Al locale, alto circa 90 centimetri, si può accedere solo da uno stretto finestrino che dà sulla strada, ma che era coperto con un barile. Dall’agitarsi dei cani, i poliziotti hanno capito che doveva esserci qualcosa. E infatti, ben conservate e oliate, incellophanate una per una, sono state scoperte diverse armi, anche da guerra, tutte con matricola abrasa: un kalashnikov di fabbricazione ungherese, con diversi caricatori, anche a tamburo, e molti proiettili; una pistola mitragliatrice con caricatore e cartucce; una doppietta cal. 16; diverse pistole, una anche dotata di silenziatore. E poi centinaia di proiettili di vario calibro, un giubbotto antiproiettile, bilancini di precisione e 370 grammi di eroina. Le indagini adesso sono indirizzate a cercare di scoprire a quale gruppo criminale appartenessero le armi e se siano state usate per qualche azione delittuosa.

Potrebbero interessarti anche...