Cetraro: ‘ndrangheta, intimidazione a referente di Libera

Atto intimidatorio, ieri sera, ai danni di don Ennio Stamile, parroco e referente di “Libera” in Calabria. Qualcuno ha lasciato sulla sua auto un capretto morto, in un sacco della spazzatura. Il fatto e’ avvenuto a Cetraro, dove don Ennio vive, poco prima di mezzanotte. Il religioso era a cena con un gruppo di scout. In passato il prete aveva gia’ subito delle intimidazioni: qualcuno gli aveva fatto anche trovare una testa mozzata di maiale con uno straccio in bocca, davanti a casa. A Cetraro opera il clan Muto, una potente cosca di ‘ndrangheta che spadroneggia su tutta l’area tirrenica del cosentino. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Potrebbero interessarti anche...