Reggio Calabria: ingenti sequestri a noto imprenditore

La Guardia di Finanza di Reggio Calabria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi, ha sequestrato conti correnti, cassette di sicurezza, polizze assicurative e titoli per un valore complessivo di oltre 2,5 milioni di euro nei confronti dell’imprenditore Giuseppe Cosentino, ex presidente della squadra di calcio del Catanzaro, della figlia Ambra e del promotore finanziario milanese Stefano Noschese. Il provvedimento segue al sequestro di 3,5 milioni di euro (tra rapporti finanziari, quote di 3 società, 12 unità immobiliari e 3 autovetture) e all’esecuzione di 8 provvedimenti restrittivi personali condotta nel maggio scorso dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza reggina nell’ambito dell’Operazione “Money Gate”, per reati di riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori, appropriazione indebita, associazione per delinquere aggravata dalla transnazionalità e frode fiscale. Secondo quanto accertato dai militari, il Cosentino, quale rappresentante legale di un’impresa operante nel settore dell’import-export di articoli per la casa, si sarebbe avvalso di una serie di articolati sistemi per realizzare vari reati di natura fiscale e per appropriarsi indebitamente di oltre 8,8 milioni di euro, in buona parte trasferiti in paradisi fiscali all’estero. I due provvedimenti emessi dal Gip del Tribunale di Palmi hanno portato al sequestro complessivo di circa 6 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche...