Lamezia Terme: sequestro beni per oltre 6 milioni di euro

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Catanzaro, coordinati dalla DDA, hanno sequestrato beni per un valore di oltre sei milioni di euro al lametino Silvestro Luigi Criolesi Esposito, coinvolto nel 2012 nella nota operazione di polizia denominata “Miseria e Nobiltà”, con la quale è stata disarticolata un’organizzazione criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti. L’uomo è già stato condannato in via definitiva per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione illegale di armi e munizioni, bancarotta fraudolenta ed evasione. Il provvedimento di sequestro riguarda tre complessi aziendali, in Toscana, Piemonte e Lazio, diciassette fabbricati ubicati a Lamezia Terme, tre automezzi e diversi rapporti bancari e finanziari. I fabbricati erano già stati sequestrati in passato, ma il Criolesi li aveva riacquisiti, tramite dei prestanome, nel corso di un’asta giudiziale.

Potrebbero interessarti anche...