Cosenza: il Questore vuole una sicurezza partecipativa

Il Questore di Cosenza, Giancarlo Conticchio, ha incontrato la stampa per lanciare un appello ai cittadini ed invitarli ad una “sicurezza partecipativa”. Anche la polizia stradale opererà in città, perfino con auto in borghese, perchè è necessario effettuare controlli soprattutto sull’uso dei telefonini. E ricordiamo anche che i pedoni non possono usare il telefono quando attraversano la strada. Infine, controlli anche per quanto riguarda l’utilizzo di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani.

Potrebbero interessarti anche...