Cerisano: “Festival delle Serre”, spettacoli entusiasmanti

La 24ª edizione del “Festival delle Serre” di Cerisano continua a regalare suggestioni infinite e atmosfere incantate, in un clima di massima spensieratezza e serenità. Tutto questo grazie anche ad una massiccia task force messa in campo dall’amministrazione comunale, che non ha lasciato nulla al caso. Il piccolo borgo, da una settimana si è trasformato in un grande palcoscenico, con diverse location disseminate negli angoli più belli e accattivanti del paese, che fanno da cornice a spettacoli di altissimo livello, tutti volti a richiamare e celebrare l’estro e la cultura partenopea. Un filone che è stato perfettamente interpretato dal concerto jazz “Tony Esposito Experience”, che ha catapultato il numerosissimo pubblico nel sound metropolitano ed in tutte le espressioni musicali della vivacità napoletana, con percussioni, ritmi frenetici, giochi elettronici e le note struggenti del sax di un incredibile Marco Zurzolo. Ironia e leggerezza hanno contraddistinto un ricordo appassionato dedicato a Totò, dal titolo “Totò è sempre Totò”, di Davide Carpino. Una piece che ha ripercorso la storia e la carriera del grande artista, ricordando anche tanti celebri attori che sono stati al suo fianco. Spettacoli bellissimi che non sono stati fermati neanche da una serata di pioggia. Infatti l’amministrazione comunale ha trasferito, per una sera, tutte le attività a Palazzo Sersale e i tanti visitatori che, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, erano arrivati a Cerisano, sono stati accolti dal concerto lirico dei vincitori della master class. Subito dopo, il concerto di Robertinho de Paula in “Rio Chiama Napoli” ha calamitato l’attenzione, per oltre un’ora, di tanti amanti del jazz puro. Stasera gran finale con il concerto “Le Romanze della Tradizione Napoletana”, con Katia Ricciarelli e Francesco Zingariello, e, per gli appassionati di teatro, la simpatia ed il brio di Marisa Laurito in “Voilà Marisa”.

Potrebbero interessarti anche...