San Pietro in Guarano: uomo muore mentre cerca di spegnere incendio

Ha cercato di proteggere la sua proprietà fino alla fine. Ha lottato strenuamente, ma non ce l’ha fatta. Le fiamme lo hanno circondato. Il fumo lo ha soffocato. I soccorritori lo hanno trovato carbonizzato. E’ morto così Mariano Pizzuti, 69 anni. Abitava nella ridente frazione di San Benedetto, a San Pietro in Guarano. Di ridente, qui, non c’è più niente: oggi la sua terra è stata devastata dalle fiamme. Diversi roghi hanno interessato le contrade di San Benedetto e Padula. A nulla sono valsi gli sforzi delle squadre dei vigili del fuoco giunte sul posto. Il fuoco si è diffuso velocemente, alimentato dal vento. Un’intera vallata, verde fino a ieri, adesso è completamente annerita e annichilita. Distrutta. Le strade hanno un aspetto desolato e mesto. Il fuoco ha bruciato tutto. Ha fatto scappare tutti gli animali. Non si sente altro che il crepitio delle fiamme. E il rombo di un elicottero che arriva, scarica l’acqua e riparte. E di nuovo si ricomincia, in un girotondo infernale. E nell’aria un odore acre, che ti entra dentro. Il fumo denso ti fa lacrimare gli occhi. Il calore ti soffoca. E oggi, in questo che sembrerebbe l’ennesimo incendio provocato dalla mano dell’uomo, si deve registrare anche una vittima. La cosa più triste è che, molto probabilmente, nessuno pagherà per la sua morte. E per tanta devastazione.

Potrebbero interessarti anche...