Reggio Calabria: ‘ndrangheta, sequestro di beni ad imprenditore

Beni per circa un milione di euro sono stati sequestrati dagli agenti della Dia di Reggio Calabria, con il coordinamento della DDA, all’imprenditore Rosario Aricò, 57 anni, che operava nel settore dell’ortofrutta. L’uomo, coinvolto nell’inchiesta “Archi”, è stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione per associazione mafiosa. Secondo l’accusa, avrebbe supportato le azioni criminali della cosca Tegano della ‘ndrangheta. Il sequestro ha riguardato una villetta, due appartamenti, due auto e varie disponibilità finanziarie.

Potrebbero interessarti anche...