Crotone: stipulavano contratti con morti, denunciati 15 imprenditori

Quindici imprenditori sono accusati di truffa aggravata per il conseguimento di indebite erogazioni pubbliche. Il Tribunale di Crotone ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo, al termine di un’attività di indagine effettuata dalle Fiamme Gialle. Gli indagati avrebbero stipulato dei contratti con persone in realtà decedute prima della firma. Un “sistema” che consentiva, insieme all’utilizzo di atti falsi, di ottenere finanziamenti comunitari per le loro imprese. Nei confronti degli imprenditori è scattato così il sequestro di denaro e di beni immobili per un valore complessivo di 345.000 euro mentre, sotto il profilo amministrativo, sono state segnalate percezioni indebite dei contributi comunitari per un totale di quasi 2,4 milioni di euro. Inoltre la Guardia di Finanza ha inoltrato alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Catanzaro una segnalazione di danno erariale per quasi un milione e mezzo di euro.

Potrebbero interessarti anche...